STUDIO LEGALE CUNDARI SULLA MOBILITÀ DOCENTI 2018/2019 – MIUR SCONFITTO

La mobilità docenti è una questione che ancora oggi vede la giurisprudenza divisa.

Lo Studio Legale Cundari ha conseguito un’importante vittoria per i propri ricorrenti, circa la mobilità docenti 2018/2019.
I Giudici del Lavoro dei Tribunali di Napoli Nord e Reggio Emilia, infatti, hanno riconosciuto il diritto dei ricorrenti al riconoscimento della precedenza ex art. 33, comma 5, legge 104/92 nella procedura di mobilità interprovinciale per l’anno scolastico 2018/2019 ed hanno conseguentemente ordinato al MIUR di tenere conto della suddetta precedenza nell’assegnazione dei posti disponibili con riguardo a quelli indicati nella domanda di mobilità.
La tesi difensiva avanzata dagli avvocati Giuseppe Cundari e Marco Matano sono state determinanti per la decisione, da parte dei Giudici del Lavoro, di affermare che la disposizione di cui all’art. 13 del punto IV del CCNI mobilità 2017/2018, nella parte in cui limita l’operatività delle disposizioni imperative dettate dall’art. 33, commi 3 e 5, legge 104/92, debba essere dichiarata nulla.
Sulla base di tali pronunce, i docenti che hanno scelto di ricorrere con lo Studio Legale Cundari hanno avuto il permesso di rientrare presso le proprie città di residenza.

Per maggiori informazioni sui ricorsi disponibili circa la mobilità, visita il sito web: www.studiolegalecundari.com